Feb
18
Orari: No time set
Luogo: Palazzo Fava

Questa mostra doveva essere inaugurata nel settembre del 1973 a Santiago del Cile, quando fu sospesa a causa del golpe del generale Augusto Pinochet.

Così, i quadri vennero impacchettati e imbarcati, per fare ritorno a casa. Da allora, questa mostra prende il nome di “la exposición pendiente”, ovvero la mostra sospesa.

Doveva essere il simbolo della solidarietà tra due stati, Cile e Messico, dopo la rivoluzione, raccontando la storia di un paese fondata sull’idea post romantica della libertà: il muralismo.

Sessantotto tra le opere più significative dell’arte messicana vi aspettano a Palazzo Fava, fino al 18 febbraio 2018. Potrete ammirare esempi di pittura muralista messicana, provenienti dal Museo Carrillo Gil, al Museo Nacional de Arte e al Museo de Veracruz.

Le opere che troverete in esposizione sono quelle di José Clemente Orozco, Diego Rivera e David Alfaro Siqueiros.

I disegni sono quasi completamente a sfondo politico, e sono un’importante testimonianza della poetica dei muralisti nelle diverse città del Messico. Ma non è l’unica testimonianza che potrete ammirare a Palazzo Fava. Infatti oltre ai murales sono esposti alcuni documenti storici, come giornali e telegrammi, che raccontano il clima di solidarietà tra Messico e Cile, nel 1973.

E voi, avete in programma di visitare questa mostra?