8.10.19

Mostra a Bologna dedicata a Chagall: “Sogno e magia”

Già dal 20 Settembre potrete visitare la mostra dedicata all’artista russo Marc Chagall: “Sogno e Magia”. L’esposizione si terrà a Palazzo Albergati e sarà una bella occasione per vedere dal vivo 160 opere, tra dipinti, acquerelli e incisioni, che raccontano l’arte di Chagall. Le tematiche che fanno da filo conduttore alle sue opere sono cultura ebraica, cultura russa e occidentale, amore per la letteratura e profondo credo religioso. Tutti concetti che Chagall include nei suoi quadri, così come l’amore totale per la moglie Bella. La mostra racconta il mondo di Chagall, il suo stupore e la sua meraviglia.
Tra quelle in mostra ci sono anche alcune opere rare, provenienti da collezioni private che non così spesso sono state visibili al pubblico.

Le opere di Marc Chagall, che ha avuto una vita quasi centenaria, racchiudono tutta questa energia vitale che si esprime attraverso i colori, specchio delle sue emozioni. Nei suoi quadri convivono ricordi d’infanzia, fiabe, poesia, religione ed esodo, tutto espresso attraverso colori vivaci e personaggi, reali o immaginari, che si affollano nella fantasia dell’artista. Difficile distinguere tra sogno e realtà.

La mostra è divisa in cinque sezioni dove sono riassunte e rappresentate tutte le tematiche più care a Chagall, dalla tradizione russa presente nella sua infanzia, al senso del sacro e alla religiosità che stanno dietro ai quadri ispirati ai racconti biblici, i poeti e i letterati, la natura, le riflessioni sul comportamento umano, il circo e ovviamente l’amore.

Non solo quadri, ma anche tecnologia! Infatti, tra le novità di questa mostra ci sarà una proiezione olografica ideata da Display Expert per offrire al visitatore un’esperienza originale ed immersiva. Potrete sperimentare nuove prospettive sull’opera, cercando di simulare l’idea multidimensionale dell’artista durante la creazione.

La mostra “Chagall. Sogno e Magia” è patrocinata dal Comune di Bologna ed è prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia. La curatrice è Dolores Duràn Ucar.
La mostra resterà a Bologna fino al 1° Marzo 2020.

E voi, avete già pianificato la vostra visita a Bologna?

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

prenota ora il tuo soggiorno